Connect with us

Economia

Visco riconfermato alla guida di Bankitalia

Il capo dello Stato Sergio Mattarella ha riconfermato a capo di BankItalia Ignazio Visco.

Published

on

Cari amici,
quest’oggi torniamo a parlare di Bankitalia dopo la proposta avanzata da Matteo Renzi di cambiare il direttore della banca centrale della Repubblica. Il capo dello Stato Italiano, Sergio Mattarella, ha infatti firmato il decreto di nomina su proposta del premier Gentiloni, riconfermando come da previsione, Ignazio Visco alla guida. Il mandato di Visco sarebbe scaduto il 31 ottobre dopo esser stato in carica dal primo novembre 2011.

Anche dopo la riconferma di Ignazio Visco, il segretario del PD, Renzi, rimane della sua opinione “Ciascuno rimane con le proprie idee, ma il fatto che si possa essere di opinioni diverse non cambia nulla al desiderio di lavorare insieme per il futuro del Paese. Io sono uno di quelli che non le manda a dire. Ho argomentato le mie idee, la scelta è stata diversa da come avrei auspicato ma oggi il rispetto istituzionale prevede che si facciano gli auguri di buon lavoro al governatore Visco e si chiude qui”.

Successivamente sono arrivate le parole del capogruppo del PD alla Camera, Renato Brunetta ” Renzi è un irresponsabile che non ha alcun rispetto per le istituzioni e punta unicamente alla propria immagine e a quella del Partito democratico. Incredibile il fatto che i ministri renziani non abbiamo partecipato al Cdm di oggi. Non sono ministri di Renzi, sono prima di tutto ministri della Repubblica e dopo, semmai, ministri di Gentiloni». «Un’operazione, quella dell’indicazione del governatore della Banca d’Italia – ha sottolineato Brunetta, – che attiene al governo, al presidente della Repubblica e al Consiglio superiore della Banca d’Italia.

Non convince quindi il ruolo di Renzi, che ha portato in Parlamento una mozione contra personam ma che, ormai, sta rimanendo completamente solo. Lo ha mollato persino la seconda carica dello Stato, Pietro Grasso. In questa fase finale di legislatura – ha aggiunto l’esponente azzurro – Matteo Renzi, che è il segretario del partito di maggioranza che esprime il presidente del Consiglio e ha eletto il capo dello Stato, che ruolo ha? È passato all’opposizione? E chi approverà la legge di Bilancio, il partito di Renzi o il partito di Gentiloni? È evidente che siamo alle comiche finali. Questa legislatura – ha concluso Brunetta – era iniziata con il governo Letta, che è stato fatto fuori da Renzi, che a sua volta è stato fatto fuori dagli italiani. Prima mettiamo la parola fine all’irresponsabilità democratica e istituzionale di Matteo Renzi e meglio è”.

Fondatore e direttore del sito www.lapoliticadelpopolo.it Coltivo quotidianamente la mia passione per la politica, l'attualità e l'informazione, cercando di coinvolgere sempre più i giovani.

Trending