Connect with us

Cittadini

Il Rifiuto alla Democrazia

In Sicilia votano solamente il 10,8% degli elettori. Che Democrazia è questa?

Published

on

Cari amici, da poco sono terminate le elezioni per scegliere il governatore siciliano e, al di là del partito politico che vincerà, i dati dicono che in Sicilia hanno votato solo di 10,8% degli elettori. Una cosa inammissibile che sì , é una vergogna in primo luogo per la Sicilia e poi per tutta l’Italia. Ma voi avete in mente tutte le persone che sono morte per conquistare il diritto di voto e lasciarlo ai posteri, e ora avete in mente il volto di tutti loro la cui morte è stata resa vana.

Se fossero ancora tra noi cosa ci direbbero? Ricordiamo che in Italia il suffragio universale maschile risale al 1912, esteso poi alle donne nel 1945. Recita infatti l’articolo 48/2 della nostra costituzione: “ il voto è personale ed eguale, libero e segreto. Il suo esercizio è dovere civico”. La Sicilia, come d’altronde il resto d’Italia, è piena di persone che calunniano, dando indistintamente dei ladri a tutti i politici, quei politici che loro non hanno votato anzi, si sono astenuti dal votare. Persone che vogliono un paese diverso, ma quando arriva il vento del cambiamento tramite le elezioni non vanno a votare affermando che nulla cambierà.

Certo è un bel paradosso se pensiamo che siamo pure in democrazia, ma ora voi siciliani che avete combattuto tanto, voi che vi siete astenuti dal votare, spiegateci che democrazia è con un affluenza del 10,8%. Aveva proprio ragione Giorgio Gaber quando diceva:” Sul vocabolario c’è scritto che la parola democrazia deriva dal greco significa potere al popolo, l’espressione è suggestiva e poetica, ma in che senso potere al popolo? Come si fa? Questo sul vocabolario non c’è scritto”. Sì, è vero la democrazia forse non è ancora arrivata nelle nostre case ma, noi ci appelliamo a voi , popolo siciliano in primis, se non avete votato oggi, non avrete domani diritto di lamentarvi.

Siciliani, vi rendete conto che così state buttando al vento il futuro dei vostri figli? O forse ancora non l’avete capito, ricordatevi che quando vi diranno che nella nostra amata terra non funziona niente la colpa è stata vostra, che come una massa di gente ignorante vi siete astenuti dal votare e non avete avuto il coraggio di cambiare, come se non bastasse avete negato il cambiamento alle generazioni future.

Molti dei corrotti che sono presenti in queste liste staranno sicuramente festeggiando l’ignoranza del popolo siciliano, sì una vittoria per loro che resteranno ancora in posti di governo e un’amara sconfitta per i siciliani che hanno creduto al cambiamento e sono andati a votare. Bene noi ci rivolgiamo a tutti i votanti e non votanti, riflettete su quanto avete appena letto. Volevamo lasciarvi con questa frase di Paolo Borsellino:

”La Rivoluzione si fa nelle piazze con il popolo, ma il cambiamento si fa dentro la cabina elettorale con la matita in mano. Quella matita, più forte di qualsiasi arma, più pericolosa di una lupara e più affilata di un coltello.”

Direttore e fondatore del sito, scrivo per dare voce a chi non la può fare arrivare lontano. Viaggio ma di confini non ne ho mai visto uno, credo che esistano solamente nella mente di alcune persone.

Continue Reading
Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Trending