Connect with us

Politica

Alla guida di Forza Italia ancora lui, Silvio Berlusconi: ecco il suo programma

Alla guida Di Forza Italia c’è ancora Silvio Berlusconi: ecco il loro programma elettorale.

Published

on

In queste elezioni c’è stato il ritorno di Forza Italia (FI), un partito attivo dal 18 gennaio 1994 al 27 marzo 2009 e poi rifondato in un omonimo partito il 16 novembre 2013. Presidente e leader del partito è stato, sin dalla sua fondazione, Silvio Berlusconi.

Malgrado i suoi 81 anni Silvio Berlusconi è sceso di nuovo in campo e rispolvera la scrivania del salotto di Bruno Vespa e dopo 17 anni dal ‘patto con gli italiani’, firma quello che è già stato ribattezzato come ‘il patto di San Valentino’. Nel 2001 il Cav, da presidente del Consiglio, promise un milione di posti di lavoro ora sigla ‘l’impegno’ che “entro fine legislatura il tasso di disoccupazione sarà sotto la media europea che è del 8,7 per cento”. Questa sera inoltre annuncia il Cavaliere sulla sua pagina facebook che concluderà la sua campagna elettorale alle 22.30 nel salotto di Bruno Vespa. Ecco di seguito alcuni punti cruciali del suo programma:

TASSE:

-Riforma del sistema tributario con l’introduzione di un’unica aliquota fiscale (Flat tax) per famiglie e imprese con previsione di no tax area e deduzioni a esenzione totale dei redditi bassi e a garanzia della progressività dell’imposta con piena copertura da realizzarsi attraverso il taglio degli sconti fiscali.
-Introduzione del principio del divieto di tassazione in assenza di reddito (Irap, IMU, bollo auto, donazioni e successioni).
-Pagamento immediato di tutti i debiti della Pubblica amministrazione nei confronti di cittadini e imprese anche con lo strumento innovativo dei Titoli di Stato di piccolo taglio.

EUROPA:

-No alle politiche di austerità.
-No alle regolamentazioni eccessive che ostacolano lo sviluppo.
-Revisione dei trattati europei.
-Più politica, meno burocrazia in Europa.Riduzione del surplus dei versamenti annuali italiani al bilancio UE.
-Prevalenza della nostra Costituzione sul diritto comunitario, sul modello tedesco (recupero di sovranità).

SCUOLA:

-Più libertà di scelta per le famiglie nell’offerta educativa e sanitaria.
-Incentivazione della competizione pubblico-privato a parità di standard.
-Abolizione di anomalie e storture della legge impropriamente detta “Buona scuola”.
-Piano di edilizia scolastica.

DIFESA E IMMIGRAZIONE:

-Lotta al terrorismo.
-Ripresa del controllo dei confini.
-Blocco degli sbarchi con respingimenti assistiti e stipula di trattati e accordi con i Paesi di origine dei migranti economici.
-Piano Marshall per l’Africa.
-Rimpatrio di tutti i clandestini.
-Abolizione dell’anomalia solo italiana della concessione indiscriminata della sedicente protezione umanitaria mantenendo soltanto gli status di rifugiato e di eventuale protezione sussidiaria. -Introduzione del principio che la difesa è sempre legittima.

Direttore e fondatore del sito, scrivo per dare voce a chi non la può fare arrivare lontano. Viaggio ma di confini non ne ho mai visto uno, credo che esistano solamente nella mente di alcune persone.

Continue Reading
Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Trending