Connect with us

Politica

Post elezioni: Il trionfo del M5s, della Lega e l’apparente sconfitta del Pd

Ecco i risultati delle elezioni italiane che vedono il trionfo del Movimento 5 Stelle e della Lega e la “quasi” sconfitta del Pd.

Published

on

Cari amici, ieri sono terminati gli scrutini che hanno visto trionfare come primo partito d’Italia il Movimento 5 stelle e come prima coalizione quella tra Lega Nord, Fratelli d’Italia e Forza Italia. In queste elezioni inoltre si evince una chiara sconfitta per il Partito Democratico.

Inoltre anche se è stata la coalizione a “dominare” al suo interno c’è stata un’evidente sconfitta per Forza Italia di Silvio Berlusconi con solo il 14,40% di voti alla camera e al senato superato dalla Lega di Matteo Salvini. Un dato fondamentale che è emerso da queste elezioni è l’avanzata del populismo in Italia. Chiara sconfitta anche per Liberi e uguali e anche per i movimenti di ispirazione fascista come Casa Pound e Forza Nuova.

Naturalmente la parola va ai vincitori infatti Luigi Di Maio ieri dall’hotel Parco dei Principi di Roma ha ribadito un “grazie ai circa 11 milioni di italiani che ci hanno votato ci hanno dato il loro fiducia e ci hanno onorato con loro fiducia è veramente un onore poter ricevere un tale consenso come prima forza politica del paese ha diversi punti dalla seconda”. Subito dopo ringrazia chi “ha permesso tutto questo” cioè i fondatori del M5s Beppe Grillo e Gianroberto Casaleggio.

Con tanta emozione inoltre dà l’inizio alla terza repubblica che sarà a suo dire “quella dei cittadini” inoltre ora la strategia del movimento pentastellato è quella di aspettare le mosse degli avversari e lo stesso Di Maio ribadisce la volontà dei Cinque Stelle di essere centrali nell’esecutivo che verrà ” Possono scegliere se provare a fare un passo per salvare il Paese o tornare alle urne prendendosi le loro responsabilità” . “Nessuna preclusione, nemmeno ai forzisti di Silvio Berlusconi” insiste lasciando aperte tutte le strade. Di Maio non è stato l’unico a commentare il risultato di queste elezioni infatti anche Matteo Salvini ha fatto una conferenza stampa in cui quando gli hanno detto ” andresti al governo con Luigi Di Maio?” lui ha disegnato in area una N e una o ribadendo che “la squadra è quella del centrodestra, la stessa con cui abbiamo giocato la partita”.

Salvini però mette subito in chiaro che “la Lega ha vinto all’interno della coalizione e rimarrà alla guida del centrodestra”. E come Di Maio lascia quindi la responsabilità di scegliere il presidente del consiglio al presidente della Repubblica Sergio Mattarella . Proprio lo stesso Mattarella sembra puntare a quella che è l’opzione più valida: affidare l’incarico a chi gli dimostrerà, numeri alla mano, di disporre di una maggioranza parlamentare solida e chiara. Malgrado l’apparente sconfitta quindi il vero vincitore è Matteo Renzi, perché se riflettiamo alla fine di queste elezioni nessuno ha la maggioranza. Per avere la maggioranza hanno tutti bisogno del Pd di Renzi.

Lo stesso segretario del Pd ieri ha annunciato le sue dimissioni da segretario del Pd quando sarà formato un governo stabile. Per capire lo scenario attuale di queste elezioni sono essenziali le parole pronunciate da lui ieri. Proprio per questo nel prossimo articolo parleremo del discorso di Renzi sperando che nel nostro Pese ci sia presto un governo che funzioni in grado di fare il proprio lavoro.

Fondatore e direttore del sito www.lapoliticadelpopolo.it Coltivo quotidianamente la mia passione per la politica, l'attualità e l'informazione, cercando di coinvolgere sempre più i giovani.

Continue Reading
Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Trending