Connect with us

Politica

L’Aquarius è ancora in mare e Saviano ci esorta a ragionare

Giuseppe Conte fa la pace per telefono con Macron però l’Aquarius resta ancora in mare e Roberto Saviano ci sprona a riflettere.

Published

on

Cari amici,
dopo il botta e risposta tra la Francia e il ministro dell’interno Matteo Salvini l’incontro di venerdì del presidente francese con il presidente del consiglio italiano non è saltato, infatti sulla pagina facebook del presidente del Consiglio Giuseppe Conte è apparsa questa nota:” Ieri sera ho parlato a lungo al telefono con il Presidente francese Emmanuel Macron sulla situazione della nave Aquarius.

Macron ha tenuto a chiarire subito che non sono sue le parole gravemente offensive nei confronti dell’Italia e degli italiani uscite nei giorni scorsi. Ho preso atto di queste sue parole e ho dunque confermato la mia volontà di incontrarlo domani per un pranzo di lavoro all’Eliseo.

Inoltre ha aggiunto il presidente Conte che “porterà a Parigi la richiesta dell’Italia di un’ampia collaborazione e solidarietà a livello europeo sul tema immigrazione.” Con una nota dell’Eliseo, Macron precisa: “Mai fatto dichiarazioni con l’obiettivo di offendere il popolo italiano”. Non proprio scuse ufficiali, ma abbastanza per confermare l’incontro tra i due, domani a Parigi. Tutto risolto? Non ci stiamo forse dimenticando di qualcuno? In realtà sì perché l’Aquarius con a bordo moltissimi migranti non è giunta ancora a destinazione.

C’è stato infatti un cambio di rotta, a causa del maltempo. “Se hanno problemi, sono loro”, è il commento di Matteo Salvini. “Mi sembra che una nave che prende a bordo sistematicamente 4 o 500 persone sia attrezzata, e ne hanno a bordo cento”. Ma i toni si fanno sempre più duri e il ministro dell’Interno, escludendo che la nave possa fermarsi in Italia, dice: “Andranno in Spagna? Certo. Non possono decidere dove cominciare e finire la crociera. È tutto sotto controllo, è tutto tranquillo non c’è problema alcuno. Mi sembra che l’arrivo sia previsto sabato senza intoppi”. In realtà gli intoppi, come li chiama Salvini, ci sono. E da Madrid dicono che la nave arriverà solo domenica causa maltempo.

Intanto lo scrittore Roberto Saviano intervenuto a Dimartedì su La7 ci ricorda che “Solo negli ultimi anni al nostro Paese sono stati dati 800 milioni di euro di fondi dall’Europa per la gestione dei flussi dei rifugiati. Ma l’apporto più corposo lo si riceve indirettamente. Quando il governo parla dei famosi 5 miliardi di euro, spesi per l’attività di gestione dei flussi di migranti, fa credere questi soldi potrebbero essere spesi in altro modo, ad esempio per i bisogni degli italiani. Non è vero. L’Europa ha concesso all’Italia di poter scorporare dal bilancio questi 5 miliardi, che servono per i rifugiati. E quindi non vanno a pesare sul rapporto deficit-Pil, né sulle nostre tasche”.

“Qualcuno potrebbe dire che quello che l’Europa concede non è abbastanza. E’ vero. Ma le negoziazioni non si possono fare tenendo come ostaggi persone ferme in mezzo al mare”

Direttore e fondatore del sito, scrivo per dare voce a chi non la può fare arrivare lontano. Viaggio ma di confini non ne ho mai visto uno, credo che esistano solamente nella mente di alcune persone.

Trending