Connect with us

Week News

Week News 002, 11 Gennaio 2020

E’ stata una settimana in cui sono successe moltissime cose: dalle prese di posizione degli Usa alla morte di un bambino nel carrello di un aereo diretto in Francia.

Published

on

Buon pomeriggio a tutti e spero che questo inizio 2020 non sia per voi soltanto sinonimo di inizio dieta post feste natalizie.
Tutti ne abbiamo bisogno, il problema è seguirla la dieta!

Altri, però sono i problemi per i nostri governanti, infatti, è notizia di questi giorni la magra figura fatta dal duo Conte – Di Maio nel cercare una soluzione pacifica nella vicenda libica.
Il premier e il Ministro degli Esteri pentastellati, infatti, volevano organizzare due colloqui separati con i due principali protagonisti degli scontri in Libia: al-Sarraj (rappresentante del governo riconosciuto dalla Comunità Internazionale) e il generale Haftar (generale della Cirenaica).
Risultato: Haftar è stato ricevuto, mentre al-Sarraj si dice sia stato offeso dal fatto che doveva essere ricevuto dopo il generale della Cirenaica.
Insomma, il governo italiano già in affanno sulla crisi libica e più in generale sullo scacchiere ONU si ritrova sempre più escluso ed isolato, sembrano ben lontani i tempi in cui l’ex presidente del consiglio Renzi era ospite di Obama alla Casa Bianca per la cena di fine mandato.

In questa settimana tre sono gli eventi mi hanno fatto riflettere:

  1. La morte di un bambino di dieci anni per congelamento nel carrello di un volo tra Costa d’Avorio e Francia, quando si parla di immigrazione sarebbe bello ricordarsi che eventi così sono all’ordine del giorno. Sulla disperazione di interi popoli non si dovrebbe fare politica spicciola.
  2. I terribili incendi in Australia, con il sacrificio di pompieri e la morte di migliaia di animali. Questi eventi avremmo voluti non portarli nel cuore, ed è molto interessante come molti minorenni siano dei presunti piromani.Il bollettino di morte continua nelle varie rappresaglie tra Iran e Usa, al momento non sono stati coinvolti i nostri ragazzi del contingente italiano in Iraq.
  3. Quanto vorrei che tutti gli Stati coinvolti sentissero come propri le rispettive forze armate.
    È così assurdo pensare che gli USA hanno scatenato l’ennesima inutile strage con la morte di Souleimani dopo le provocazioni iraniane.

Tornando a noi, nel senso a noi italiani, la settimana politica passata ha visto prima il tormentone Rula o No Rula a Sanremo, per la giornalista italo palestinese alla fine si è scelta la partecipazione: Rula parlerà di donne e di violenza.
Quindi, la solita settimana di gossip politico e forse oserei dire di nulla politico, con ovviamente la solita e inutile polemica sul Jobs Act che ancora una volta nei numeri si dimostra vincente con meno licenziamenti di quanto accadevano con il vecchio art. 18, e sopratutto con la conferma che la misura ha portato risultati (specie al Nord) e che è necessario soffermarsi per uno speciale Piano del Lavoro (Jobs Act è un termine anglofono ormai antipatico ai più) per il Mezzogiorno.

Insomma, perché nessuna forza politica propone un piano di incentivi alle imprese che investono e assumono al Sud? Possibile che l’unica strada per creare un ammortizzatore sociale sia il Reddito di Cittadinanza? E, invece, se si pensasse ad un Piano del Lavoro per il Sud che crei nuovi poli tecnologici e industriali, oltre che nuovo terziario proprio al Sud? Infondo, l’unica colpa del Jobs Act è stata proprio quella di avere un grande impatto nei numeri, ma un impatto socialmente forte nelle nostre realtà del Sud.

Insomma, invece che lasciare come dicono alcuni, il lavoro da fare necessità di un raddoppio specie al Sud.

Nella mia regione, la Campania, finalmente un investimento di milioni di euro per nuovi treni alla linea Circumvesuviana, soltanto un mesetto fa indicata come la peggiore linea ferroviaria italiana.

Entro tre anni dovrebbero, uso il condizionale perché da napoletano sono giustamente scaramantico, entrare in funzione quasi cinquanta elettrotreni. Insomma, una notizia eccezionale (visto lo stato attuale dei treni) per la mia regione e provincia di Napoli che vedrà finalmente dopo decenni una rinnovata linea ferroviaria.

Sarà bello vedere le facce delle persone quando i treni saranno a misura d’uomo, un pò come in queste mattine nel mio comune, Ercolano, una vecchietta era stupita dal ritorno di autobus che collegavano la città dal mare al Vesuvio e con le città limitrofe. Il Sud, è anche questo: gente comune che si stupisce che i servizi essenziali come il trasporto pubblico funzionano, di nuovo dopo anni.Basta poco per far tornare il sorriso al prossimo, la Politica dovrebbe servire proprio a questo.

Ps. Proprio perché la politica la seguo, e mi piace anche farla sarò stasera alle 17 a Castellammare di Stabia (NA) per seguire una interessante discussione sulla prescrizione (io sono per il No all’abolizione e sono in buona compagnia) promossa da Italia Viva.

E sempre, con Italia Viva, lavoro e costi permettendo, sarò alla Prima Assemblea Nazionale in programma 1 e 2 Febbraio.
Un evento che penso potrà aprire le porte ad una nuova fase politica per l’Italia progressista e femminista, quindi vietato mancare!


ps. In merito a quello che significa femminista nel 2020 vi invito a leggere il bellissimo articolo di Caterina Loira, a me ha fatto emozionare.

Per riflessioni e suggerimenti scrivetemi un messaggio sulla mia pagina Facebook.

Tazzina di Caffè: questa settimana è difficile perché dopo Tolo Tolo è difficile segnalarvi un film altrettanto divertente e coinvolgente allo stesso tempo, dicono e lo vedrò in questi giorni che Hammamet con Favino sia un racconto bello e politicamente intenso dell’esilio di Bettino Craxi. Il film racconta l’uomo e il politico Craxi.
Come lettura, invece, consiglio Il Caso Mattei di Lenzi: è un incrocio asimmetrico di Matteo Salvini e Matteo Renzi, secondo me (e non solo) gli unici due leader politici di questo momento storico.

P.Avvocato lavoro presso Eni Gas e Luce s.p.a. 27 Anni. Vivo ad Ercolano (NA). - Sono Consigliere del Forum dei Giovani di Ercolano con delega al Forum della Città Metropolitana di Napoli. - Coordinatore del Comitato Territoriale di Italia Viva Ercolano. - Capo Allenatore per la Prima Divisione dello S.C. Ercolano. Mi piace scrivere di politica, cultura, sport e sono un grande tifoso del Napoli.

Continue Reading
Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Trending