Connect with us

Week News

Week News 004, 25 Gennaio 2020

Napoli vs Juventus, Elezioni in Emilia-Romagna e Calabria, Giulio Regeni e riflessioni da condividere con voi sulla Campania e la mia città.

Published

on

Buon fine settimana amiche ed amici, qui a casa mia si attende soltanto quella che per noi napoletani è La Partita:  Napoli vs Juventus!

Sarà bello vedere come sarà accolto Maurizio Sarri, nello stadio di Fuorigrotta dove ha scritto pagine di calcio spettacolo nel triennio precedente.
Conoscendo il popolo napoletano sarà sicuramente qualcosa di unico, emozionante ma allo stesso tempo irriverente. 


Ah, sia ben chiaro: Forza Napoli sempre! 

Passiamo però ad analizzare i fatti della settimana che possono essere spunto di riflessione da condividere con voi.  

  • Salvini che citofona ad un “presunto spacciatore” tunisino (come se l’origine dal paese africano potessero essere un indizio di reato) diventa in poco tempo idolo dei meme del web, ed è sempre di più influencer più che politico. Bravo a monopolizzare le ultime battute della campagna elettorale in Emilia Romagna dove è bene ricordarlo si vota tra Stefano Bonaccini e Lucia Borgonzoni, e non per Matteo Salvini.
    La domanda è: I media e i social possono davvero così influire su queste elezioni regionali?
    La mia previsione è che Bonaccini vince, ma la vittoria sarà la più risicata della storia del centrosinistra in Emilia Romagna.
    Ovviamente, Salvini che citofona e crea tensioni internazionali con la Tunisia non è solo una violazione dell’immagine del prossimo e una brutta figura internazionale, ma è l’ennesima dimostrazione di come la politica sia ridotta male nel nostro paese. 
  • La totale indifferenza dei media per le elezioni regionali calabresi dove l’imprenditore Callipo è quasi una mosca bianca e penso che la sua candidatura civica appoggiata dal PD ed altri del centro sinistra possa essere premiata dalla parte sana della Calabria che può vedere in un imprenditore sano di quel territorio una speranza per l’amministrazione regionale.
    È possibile, che forse le elezioni più importanti per la Calabria anche per i recenti arresti ordinati dal Magistrato Gratteri possano passare così in secondo piano ?
    Insomma, siamo davvero un paese che resta affascinato più da una citofonata che da una sfida così, oppure è l’ennesima volta dove si da più spazio al Nord che al Sud ?
    Ai posteri l’ardua sentenza, io spero che lunedì mattina Bonaccini e Callipo siano i nuovi presidenti di regione di Emilia – Romagna e Calabria. 
  • L’incontro con il senatore e leader di Italia Viva,  Matteo Renzi, che ha coinvolto i Millenials per i 18 App è stato un primo passo importante per rivedere i giovani come principali protagonisti delle proposte politiche.
    Bene, anzi benissimo, ma penso che oltre un bonus ci sono idee ancora più belle che noi giovani possiamo portare ad un leader progressista e riformista.
    Ad esempio perché non azzerare il costo annuale delle partite IVA per gli under 30, oppure perché non azzerare i contributi IRPEF per chi assume under 35 o fino al compimento del trentacinquesimo anno di età?
    Insomma proposte che possano essere una visione di paese che guarda ai giovani non soltanto come nativi digitali e come pubblico con competenze digitali, ma che dia una visione di fiducia vera e di investimento verso i giovani.
    Ci vogliono più soldi per fare questo rispetto al Bonus 18 App, e non sono cose da fare dalla sera alla mattina, ma noi giovani dobbiamo mettere questi temi al centro dell’agenda politica.
    Ah, sia chiaro le polemiche proposte dal PD in merito non solo sono infruttuose e frutto di una lontananza stratosferica dal mondo del digitale, ma non sono la risposta a qualcosa che è profondamente dovuto a chi è nato nel 2001 e nel 2002.
    Quindi, io firmo e invito a firmare (clicca qui per il link) la posposta dell’altro giorno al Senato, fiducioso che può essere solo l’inizio!
    Attendo vostre idee su cosa si potrebbe proporre per migliorare la condizione di noi giovani nei prossimi anni. 
  • Oggi cadono i 4 anni dalla scomparsa di Giulio Regeni, il giovane italiano ucciso e torturato in Egitto in circostanze ancora misteriose.
    Un giovane come me, come voi, come noi che si trovava in Egitto ed è stato barbaramente ucciso.
    Il mio pensiero, oggi va a lui, e a tutti i miei coetanei che sono all’estero o lontano dai propri affetti perché la nostra Italia non ci offre le possibilità di svolgere il lavoro dei nostri sogni nelle terre e insieme alle persone che amiamo.
    Sono da sempre con Amnesty International perché tutti noi giovani italiano siamo per “Verità per Giulio Regeni”. 

Ed ora veniamo alla Campania e ad Ercolano.

In Campania, sembra proprio che il centro destra abbia scelto Caldoro come candidato presidente per le prossime elezioni regionali del 2020.
Complimenti, per la lungimiranza spero che i campani si ricordino di chi ci ha ridotti nei cinque anni 2010-2015 con una regione e con i trasporti pubblici al collasso.
Potevano sicuramente trovare di meglio, forse pensano nel solito harakiri del centro sinistra, spero che per una volta non accada e spero che De Luca o non De Luca come candidato si trovi una figura con la competenza per continuare il percorso di risanamento avviato, certo noi campani ci aspettavamo di più ma si è partiti da una situazione più tragica del previsto. 

Ad Ercolano, invece, questa settimana ho fatto una bella chiacchiera con Ottavia, inviata della Fondazione Packard. È stato bellissimo condividere con lei, Pasquale e Ciro, la mia esperienza al forum dei giovani e, come ogni attività svolta, si auspica che anche quelle future possano avere sempre un doppio Binario, quale quello politico, da intendersi come polis e quello sociale.

Speriamo che a breve, con l’assemblea elettiva e con le nuove cariche possiamo ricominciare un percorso  purtroppo interrotto.

L’ importante come ci siamo detti è fare rete, e trovare tutte le migliori energie del territorio per poter rendere Ercolano un posto migliore.

Proprio oggi un quotidiano locale (Metropolis) parla dell’indagine interna sul parcheggio degli scavi e di come l’aumento dei visitatori negli ultimi anni non abbia portato un consequenziale aumento degli introiti.

Chiariamoci, io sono un garantista e spero che nessuno sia accusato  dei possibili reati, ma l’indagine serve ad accertare la verità per il bene di tutti perché il parcheggio e i suoi introiti sono una risorsa economica per la nostra città.
Chi ha sbagliato, paghi e si ristabilisca la legalità (se violata) in uno dei punti dove Ercolano ha il suo biglietto da visita con il mondo. 

Tazzina di Caffè: Questa settimana su Netflix ho visto “Metti la Nonna in Freezer” una tragicommedia: con Fabio De Luigi e Miriam Leone che pone al centro della sua narrazione le difficoltà della Pubblica Amministrazione nel pagare gli imprenditori. Ancora attuale? Molte volte si!
Per la lettura, invece, questa settimana ,su suggerimento di Pamela , consiglio “Tu Che Mi Capisci” di Yuri Sterrone in arte Gordon: un influencer che da anni cerca di analizzare l’universo femminile in questo mondo dei social e di Instagram dove l’apparire a volte purtroppo, conta di più dell’essere. Una lettura diversa, non politica, leggera ma che fa riflettere sulla rilevanza sociale dei social media sulla vita sentimentale. 

P.Avvocato lavoro presso Eni Gas e Luce s.p.a. 27 Anni. Vivo ad Ercolano (NA). - Sono Consigliere del Forum dei Giovani di Ercolano con delega al Forum della Città Metropolitana di Napoli. - Coordinatore del Comitato Territoriale di Italia Viva Ercolano. - Capo Allenatore per la Prima Divisione dello S.C. Ercolano. Mi piace scrivere di politica, cultura, sport e sono un grande tifoso del Napoli.

Trending