Connect with us

Week News

Week News 015, 28 Marzo 2020

Le mie riflessioni su l’ultima settimana, sulla lotta contro il Covid19, il bisogno di futuro di noi giovani, sulla proposta del senatore Renzi e l’immancabile tazzina di caffè per voi.

Published

on

Buon week end a tutti,

Siamo reduci dall’ennesima settimana di isolamento per la nostra guerra contro il Covid-19. L’ennesima settimana dove ogni giorno cresce il numero dei morti, cresce il numero dei contagiati e forse in alcuni di noi diminuisce la speranza che andremo avanti e riusciremo a passare indenni questo periodo.

Siamo la generazione più fortunata degli ultimi 100 anni e questo perché non siamo stati costretti ad andare in guerra, in una trincea con topi, zecche e con la paura di morire da un momento all’altro e quindi semplicemente restiamo a casa.

Il nostro compito da cittadini semplici è questo: RESTARE A CASA.

Diverso è il compito di chi governa il Paese, l’Unione Europea e buona parte del mondo Occidentale.Illuminanti sono state le uscite di Mario Draghi sul piano economico, di Papa Francesco sul piano religioso e del Presidente della Repubblica Mattarella sul piano politico, perché mai come questa volta hanno saputo unire le istanze di tutte le forze sociali, economiche e politiche italiane ed europee.
L’ex governatore della BCE, ha, di fatti, indirizzato la politica economica europea superando quella maledetta austerity che per anni ci ha costretto a stringere la cinghia e a non avere nemmeno le possibilità di investimento che ha limitato la capacità di sviluppo anche dell’Italia e dei Paesi maggiormente indebitati. Sia chiaro, e qui facciamo un’operazione di verità: superare l’austerity non deve essere il ritorno dell’assistenzialismo come già avviene con il reddito di cittadinanza e quota 100.

Superare l’austerity deve essere innanzitutto l’istituzione di Eurobond cioè dei titoli di stato europei che diano maggiore spazio di manovra a tutti i Paesi europei, e poi investimenti sulle energie rinnovabili e investimenti su tutto quello che può creare occupazione a basso impatto ambientale. Ovviamente il tutto che si orienti verso l’occupazione produttiva e soprattutto che sia nella logica di un mercato internazionale che vede i giganti come la Cina e gli USA anche loro attraversare un momento difficile nel quale l’Europa potrebbe essere la vera guida verso la transizione ecosostenibile.
Le parole di Papa Francesco e del Presidente Mattarella rappresentano un faro su quello che ci aspetterà, perché “Siamo tutti sulla stessa barca” è il vero slogan che non dobbiamo dimenticarci oggi e soprattutto domani, quando per mesi e forse anni saremmo costretti a vivere una nuova normalità.


Dovremmo abituarci a vivere una normalità diversa, finché il vaccino ed una cura sicura non ci saranno e per questo occorre un nuovo umanesimo che metta insieme solidarietà e sviluppo sostenibile.
Non riabbracciare un nonno, una nonna, un parente e un amico sarà difficile. Rinunciare all’affetto fisico, rinunciare all’affetto umano e alle cose che a noi tutti giovani sembravano scontate, come una serata in discoteca, sarà difficile, ma un prezzo immensamente piccolo quando finalmente potremo riabbracciarci tutti.
Il futuro non dovrà farci paura, nonostante avremo mesi e forse anni con dure prove sul piano psicologico, sociale ed economico.

Quando gli studiosi daranno finalmente il via alla ripresa effettiva delle nostre attività, spero che l’Italia e l’Europa tutta metta in sicurezza lavoratori e lavoratrici di tutti i settori, iniziando da quello sanitario perché c’è bisogno al più presto di ripartire altrimenti, dopo questa crisi sanitaria, si aprirà quella economica globale più pesante di sempre.
Sul punto stamattina, l’intervista del senatore Matteo Renzi, nonostante non condivido le tempistiche che ha menzionato, è un primo punto da mettere nell’agenda politica e sociale oltre che economica del nostro Paese perché non si può vivere per anni con reddito di cittadinanza e cassa integrazione.

Qui al sud viviamo il disagio sociale ed economico.
Ad Ercolano, sulla pelle dei miei concittadini, ci sono persone che tra pochi giorni finiranno il denaro per comprare generi di prima necessità, quindi ben venga nel breve periodo la proposta del Ministro Peppe Provenzano di un reddito di cittadinanza per tutti, ma per il futuro (i prossimi 6 mesi o 2 anni) è indispensabile trovare una nuova modalità di normalità che consenta al nostro Paese e a tutta l’Europa di non fermare definitivamente il motore produttivo.
Tutto questo lo avvertiamo in Campania dove per anni, per scelte scellerate anche dei singoli, il lavoro nero e quello stagionale non regolarizzato, hanno creato un buco nero nella società ed oggi i figli di quelle famiglie hanno il diritto di superare con le stesse possibilità dei figli di famiglie benestanti questa piaga.

Ieri, l’ennesima diretta del presidente De Luca, dove ha ancora una volta ribadito come esistano due Paesi Italia: quella del Nord e quella del Sud. Superare questa dicotomia è oggi necessario e doveroso per garantirci un futuro.

A breve, ad Ercolano il Comune istituirà un banco alimentare e spero che tutti noi, nel nostro piccolo, possiamo dare una mano economicamente alle persone più deboli.
Dobbiamo assicurare, noi singoli cittadini, che la tenuta sociale della nostra città non vada in frantumi per questo maledetto virus.
Un plauso sincero va al tavolo permanente e al Sindaco Ciro Buonajuto per la loro abnegazione davanti ad una crisi che fortunatamente l’amministrazione e noi cittadini stiamo dimostrando di saper gestire.

Tazzina di caffè: è iniziato “DOC – Nelle tue mani” su Rai 1 con Luca Argentero. Una bella serie tv e una storia avvincente che però avrà forse un finale rimandato perché le riprese sono state interrotte causa emergenza coronavirus. Questo però non deve pregiudicare la visione di una serie molto ben strutturata e pensata. A proposito di serie molto carine, su Netflix troviamo Freud la storia del famoso filosofo e psicanalista fondatore di un nuovo modo di porsi verso l’altro. Io ho iniziato a guardarla e ve la consiglio.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

P.Avvocato lavoro presso Eni Gas e Luce s.p.a. 27 Anni. Vivo ad Ercolano (NA). - Sono Consigliere del Forum dei Giovani di Ercolano con delega al Forum della Città Metropolitana di Napoli. - Coordinatore del Comitato Territoriale di Italia Viva Ercolano. - Capo Allenatore per la Prima Divisione dello S.C. Ercolano. Mi piace scrivere di politica, cultura, sport e sono un grande tifoso del Napoli.

Continue Reading
Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Trending