Connect with us

Cultura

“The Eddy”, la miniserie Netflix in salsa jazz

Scritta da Jack Thorne, Damien Chazelle ne ha diretto i primi due episodi, Glen Ballard e Randy Kerber hanno curato la musica. 8 episodi che attraverso la magia del jazz ci accompagnano nella storia dei protagonisti.

Published

on

Elliot, pianista al verde, lascia gli Stati Uniti per aprire a Parigi un jazz club con il suo socio Farid. Il club ha una band locale e a ognuno dei componenti e ad altri personaggi è dedicato un episodio della serie. Episodi che raccontano la storia di ognuno, le loro problematiche. La musica è la protagonista fondamentale. Tutte le storie ruotano intorno alla nascita e alla crescita del club che tra difficoltà e concerti cerca di spiccare il volo. Il filo conduttore della storia è interrotto da jam sessions e ore di prove della band.

Il club rappresenta per ognuno una valvola di sfogo e una fuga dai problemi delle loro singole vite. La serie procede secondo uno stile narrativo che ritrae molti aspetti del realismo da Nouvelle Vague. La Parigi in cui scorrono le storie non è la città romantica e magica che immaginiamo e conosciamo ma è quella parte composta da sobborghi e malavita. Storie d’amore e problemi famigliari affliggono i protagonisti che cercano di barcamenarsi tra le preoccupazioni, dove la musica è cura per tutti.

Elliot e il rapporto complicato con la figlia, Farid e il suo rapporto con la malavita sono solo alcuni dei problemi che emergono dalle loro storie. E’ la miniserie che non ci aspettiamo parlando di musica se da Chazelle immaginiamo un’opera in stile “La La Land“: in “The Eddy” al contrario non troviamo quel mondo patinato e sognante di quella lontana Hollywood, è realista e a volte forse anche crudo. Gli aspetti sociali, sentimentali e famigliari sono lo sfondo di una serie che punta molto sulla musica, sul jazz.

La musica è salvezza, come spesso accade. La musica parte e il resto si mette in silenzio: i problemi, le delusioni, le liti…

E’ una serie che scegli perché sei appassionato e amante del jazz. Storie che si susseguono e intrecciano in una salsa jazz più che gradevole anche per chi non ne è esperto. Jack Thorne, scrittore della serie, ci porta nuovamente a convincerci che la musica, come tante altre forme di arte, può salvarci, può renderci migliori, coraggiosi e forti. Disponibile su Netflix dall’ 8 Maggio 2020, è quella serie che non ti aspetti, che quando la guardi anche da appassionato del genere ti apre comunque mondi nuovi. The Eddy” é una bella misticanza in salsa jazz.
Buona visione!

©RIPRODUZIONE RISERVATA

Nata a Bologna il 10/06/1990. Laureata in Lingue e Letterature Straniere Moderne all’Universitá di Bologna. Appassionata di musica, cinema, danza, teatro, arte e sostenitrice della cultura in generale come valore aggiunto.

Trending