Connect with us

Week News

Giustizia Non Giustizialismo – Week News 037

Giustizia, Politica e le elezioni comunali, regionali e il referendum. Tanti comuni al voto con proposte che partono dai giovani. Buona lettura!

Published

on

Buon week end amiche ed amici, 

Giustizia non giustizialismo, Politica e non populismo.
Con la seconda e definitiva archiviazione del padre di Maria Elena Boschi per l’affaire “Banca Etruria” si chiude, forse, definitivamente, la stagione del populismo giudiziario, o meglio giustizialismo, che negli ultimi 10 anni ha sparato sentenze sui giornali prima che nei tribunali.
Noi siamo quelli che rispettano le sentenze come quella del furto dei 49 Milioni della Lega di Matteo Salvini e non quelle che linciano per un avviso di garanzia come avvenuto per la famiglia Boschi, a cui rinnoviamo ancora una volta la nostra solidarietà.

Ora tocca a noi!


Tocca alla nostra generazione il compito di parlare, ascoltare e mettere in pratica un nuovo modo di fare Politica, in primis, studiando come si prepara una lista per le elezioni, studiando come si fanno gli accordi elettorali, studiando come si mettono insieme persone apparentemente distanti perché la Politica è comunione di intenti e conciliare la domanda con i bisogni delle persone che ti rappresentano.

Per questo è bello che nonostante le difficoltà dovute al Covid19, a Castrocaro dal 26 al 28 Agosto, insieme a Matteo Renzi, Italia Viva proponga una seconda scuola di formazione che voglia ancora una volta avvicinare i giovani alla cosa pubblica. Io, invece, ho deciso che devo passare dalla teoria alla pratica, e per questo sto seguendo e imparando come si svolge una campagna elettorale dando una mano al mio amico Stefano Buonincontro, candidato al Consiglio Comunale di Ercolano, e a Geremia Gaudino che si candida al Consiglio Regionale della Campania, oltre che ovviamente al nostro sindaco Ciro Buonajuto.

Studiare non è solo teoria, è anche soprattutto pratica, è stare in silenzio ad ascoltare per capire dinamiche e modalità elettorali, ma soprattutto anche scendere tra la gente a distribuire un fac-simile o ascoltare i bisogni di persone che per tanti anni si sono sentite inascoltate.

Durante questa settimana…


Questa settimana mi hanno dato speranza due eventi:
L’intervento di Mario Draghi di cui abbiamo parlato in un articolo scritto egregiamente dal nostro Alberto Lela, è lo spot di come la Politica dovrebbe ragionare pensando alle prossime generazioni e non alle prossime elezioni. (clicca qui per leggere).
Il maestoso discorso di Barack Obama fatto in diretta da Philadelfia sui valori fondanti della democrazia, made in usa e non solo, per la Convention Online dei Democratici.
(Clicca qui per vederlo).

Come in Italia, e in Europa, così anche al di là dell’Oceano è bello, davvero, vedere come alcuni valori che sono fondativi del vivere insieme vengano riscoperti dopo anni di buio.

Con 1071 nuovi contagi il Covid si riprende la scena e l’apertura delle scuole è a rischio

Quello che, invece, fa ancora paura è il Covid19 perché nonostante le teorie diverse ci sono stati ieri 947 contagi che non significa malati, l’ho scritto nella #WeekNews036, Nel contempo le preoccupazioni aumentano e lo scetticismo, anche il mio, aumenta riguardo ad una possibile riapertura delle scuole necessaria per per non lasciare fuori un pezzo di paese dal processo di formazione primaria e secondaria.

Sia chiaro la DAD va bene, soltanto come strumento di emergenza e con un collegamento internet veloce e un pc degno di questo nome che nei quartieri poveri di Napoli, Torino, Milano, Palermo, Bologna, Roma e di tutte le metropoli italiane sta escludendo tantissimi ragazzi dalla formazione, senza considerare l’importanza dell’incontro sociale e fisico tra giovani come uno strumento di formazione che va al di là del tempo e delle tecnologie.  Sul tema un interessante articolo di Daniela Ionita (clicca qui per leggere).

Abbiamo già terminato le risorse della Terra per il 2020

A far paura, o meglio a preoccuparmi è anche un articolo di stamattina del Sole24Ore che ha dichiarato che oggi abbiamo terminato le risorse  che il nostro pianeta può darci per l’anno 2020, quindi andremo in anticipazione. Abbiamo guadagnato un mese, dice l’articolo, per effetto del lockdown, ma forse dimentichiamo tutti e troppo spesso che la Politica internazionale di destra e sinistra mette troppo spesso soltanto buoni propositi in agenda ma preferisce fare pochissime azioni concrete perché a volte non sono “sentite” dall’elettorato.

Ecco noi giovani del 2020 possiamo farci portatori di questa sensibilità e di questi temi anche nei singoli programmi elettorali nei Comuni e nelle Regioni che vanno al voto.
Oggi si consegnano le liste elettorali e per questo, come in Campania così come ad Ercolano, si definiscono le ultime cose e le ultime programmazioni. Sono ore convulse, a volte anche confuse, ma belle, in tutto ciò vedere da dentro come un partito si organizza è un esperienza davvero bella e formativa, una volta nella vita ogni cittadino dovrebbe capire.

E infine torniamo ad Ercolano…

Non ho capito la decisione di Italia Viva a Pomigliano, e appoggio il coraggio dell’amico Antonio Lepre che a Pomigliano ha seguito la strada della coerenza e del cuore sostenendo il candidato sindaco Vincenzo Romano in una lista diversa da IV Pomigliano. Non lo nego, tra tutti i comuni al voto due sono nel mio cuore per evidenti motivi, chi mi conosce sa, e sono Ercolano dove tutti i giorni cerco di portare il mio contributo e dove la battaglia politica farà emergere tutte le incoerenze di una coalizione che sfida il mio amico Ciro Buonajuto fatta contro di lui e non per Ercolano.

L’ altro comune al voto è Positano, un paradiso da preservare e migliorare anno dopo anno, che vede fronteggiarsi due under 45 per la carica di sindaco e tanti candidati al consiglio comunale alla prima esperienza che amano la perla della Costiera Amalfitana. Intanto, con i miei amici di Italia Viva Ercolano stiamo redigendo un piccolo manifesto per dire “Stavolta NO” alla riforma costituzionale peggiore della storia che dimezza la rappresentanza e fa risparmiare meno di un euro  all’anno per cittadino.

A giorni, inizieremo una raccolta firme “virtuale” per rendere tutti i cittadini vicini ad Italia Viva partecipi ad una campagna importante per la difesa della nostra democrazia parlamentare.
Settimana prossima ne continueremo a parlare, sia delle coalizioni ad Ercolano che in altri comuni interessati al voto.


Tazzina di Caffé: non lo nego sta settimana ho avuto poco tempo per leggere perché sono stato quasi sempre a guardare una serie su Netflix “Vikings” ed essendo 6 stagioni ci vuole tanta costanza per finirla in una settimana. Una serie romanzata che però mostra uno spaccato di un popolo quello del nord Europa che prima non conoscevo. Un ottimo modo per incuriosirsi e magari leggere dei libri sull’argomento.

Un abbraccio,
Alfredo

Ps. Il Presidente Vincenzo De Luca preferisce non commentare con nessuna parola da “codice penale” il piano sulla riapertura delle scuole così come “programmato” (è un parolone parlare di programmi) dalla Ministra Azzolina. Caro Governatore, per una volta, spero che tu abbia torto.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

P.Avvocato lavoro presso Eni Gas e Luce s.p.a. 27 Anni. Vivo ad Ercolano (NA). - Sono Consigliere del Forum dei Giovani di Ercolano con delega al Forum della Città Metropolitana di Napoli. - Coordinatore del Comitato Territoriale di Italia Viva Ercolano. - Capo Allenatore per la Prima Divisione dello S.C. Ercolano. Mi piace scrivere di politica, cultura, sport e sono un grande tifoso del Napoli.

Trending