Connect with us

Week News

Sogno o Realtà ? – Week News 039

Sogno. Realtà. Non sono sempre due antipodi. I fatti della settimana e le riflessioni sulle elezioni amministrative e regionali con una bella storia.

Published

on

Buon lunedì e buon inizio settimana, Sogno o Realtà?
Un binomio che in questi giorni di campagna elettorale sempre più spesso ci poniamo, leggendo i post dei candidati alle elezioni amministrative e regionali sui social. La Politica seria e che amministra è davvero il libro dei sogni di una comunità o la programmazione seria di una visione di città e regione? La domanda resta, noi cerchiamo però di analizzarla con i fatti della settimana italiani, campani e della mia fantastica città Ercolano.

I fatti della settimana: tra Referendum e Partito Democratico

  • L’Italia il 20 e 21 Settembre non sceglierà soltanto nuovi sindaci o governatori, ma sceglierà se diminuire i parlamentari di Camera e Senato.
    Sul punto vi invito all’interessante lettura di questo articolo della mia amica e collega Maria Cristina Frosali (clicca qui per leggere). Ah, se non si fosse capito io voto “NO”, la spiegazione di Maria Cristina è quello che divide le motivazioni del NO da quelle del SI. La Politica può ridurre i suoi costi, senza ridurre la rappresentanza basta poco. Chi vi dice che lo farà dopo la vittoria del SI vi racconta una bugia, potevano farlo prima ed evitare un referendum dispendioso e dannoso per tutti.
  • A proposito di parlamentari, e della loro qualità oltre che quantità, perché si dovrebbe discutere più sulla prima, visto che li scegliamo noi, che sulla seconda vi invito a leggere l’articolo del nostro Direttore, Paolo di Falco sulla esternazione poco felice, e oserei dire anche tragico della ministra Paola de Micheli sul Ponte sullo stretto di Messina. Capisco tutto, ma un ponte su cui i bimbi possano giocare a palla, anche NO! Spero sia uno scherzo oppure che Toninelli si sia “rubato” l’account della ministra Dem (clicca qui per leggere).
  • Il PD, che in teoria dovrebbe essere l’argine al populismo e il maggior partito progressista italiano, ha come sport quello di farsi del male, ma con il segretario Zingaretti che esulta per il 34 % dei fondi del Recovery Found al Sud sta superando ogni rosea previsione.
    Il giusto mix per rendersi odiosi, è esultare sul minimo sindacale per metà del paese che ha ferrovie, infrastrutture, orari di lavoro da inizio secolo scorso, e soprattutto non rendersi conto della gravità della situazione lavorativa una volta che ci sarà il cosiddetto sblocco dei licenziamenti che tramite DPCM Covid sono stati da mesi bloccati.
  • Interessante, visto le considerazioni di cui sopra, l’articolo di Enrico Filotico che propone una riflessione sullo scenario post elezioni del 20 e 21 Settembre.
  • Tornando alle cose belle e reali della Politica oltre il pettegolezzo e le considerazioni anche tristi sulla classe politica attuale, c’è la bella notizia del DL Semplificazioni, sia finalmente passato al Senato per il primo step di quello che il piano #ItaliaShock elaborato dal Italia Viva per lo sblocco dei cantieri e della burocrazia per importanti opere pubbliche compresi gli stadi (video dell’intervento di Matteo Renzi sul punto).
    Da tifoso del Napoli, ricordo i salti mortali fatti dal Governatore De Luca per rendere il San Paolo degno delle Universiadi.
    Spero proprio che questo sia il primo passo per rendere l’Italia e soprattutto il Sud degno delle infrastrutture di un paese fondatore dell’Unione Europea.

La Campania di De Luca

In Campania, la situazione è sempre in bilico tra la realtà e il sogno a volte anche l’incubo.
Siamo la regione più densamente popolosa d’Italia e qui le misure anti Covid devono essere studiate e realizzate con il giusto anticipo per evitare una ecatombe. Per questo motivo, trovo saggia la decisione del Governatore De Luca di non aprire le scuole fino al 24 Settembre, per essere chiari bisogna ricordarsi che l’apertura il 14 Settembre attualmente in Campania è irrealizzabile per la situazione della nostra edilizia scolastica e perché dopo nemmeno 3 giorni molti istituti dovrebbero essere chiusi per la tornata elettorale.


La Campania, è un territorio difficile, ma straordinariamente bello. Lo sto scoprendo sempre di più grazie a questa estate campana che mi sono concesso. Altra interessanti novità che si profileranno dopo le regionali saranno gli investimenti sul lavoro, sull’ambiente e sulle infrastrutture da fare per la nostra regione che dovrà supportare e sopportare il peso di una crisi economica ancora non palese. Anche per questo il 20 e 21 Settembre sarò dalla parte di Geremia Gaudino, esperto e attento politico di Italia Viva Campania che sta lavorando proprio per proposte serie, e non inventate per il mero consenso. Accanto a lui, trovo interessante supportare l’iniziativa del tour in camper di Giada Filippetti, giovane candidata di Italia Viva nella circoscrizione di Napoli.
Spero che il suo tour entri anche nei nostri quartieri “difficili” perché difficoltà e bellezza in Campania sono direttamente collegati.

Bellissima la situazione che sto vivendo da spettatore a Positano, dove comunque vada sarà un successo perché a scontrarsi per la poltrona di sindaco della città verticale ci sono due under 45.
A questo aggiungo la bella storia di un candidato locale, Rosario Cuomo, che dopo 102 anni di attività della prestigiosa “Eudoteca Cuomo” gestita a conduzione familiare insieme ai suoi fratelli, ha deciso di dedicare parte del suo tempo alla città perla della Costiera Amalfitana.
Insomma dai piccoli comuni, si sogna ancora grazie alla Politica!

Ercolano e i sogni

Ad Ercolano, invece, si è aperto il mercato del libro dei sogni leggo proposte che sinceramente mi fanno sorridere, ma che non mi sconvolgono visto l’enorme numero di candidati a volte anche improvvisati. Dalla riqualificazione da parte del Comune della Stazione dell’EAV Circumvesuviana passando per l’osservatorio sui marittimi e finendo con la definizione di fantomatiche aree dove costruire un palazzetto dello sport senza considerare i vincoli sulle strutture fisse nella zona ad alto rischio sismico e dall’alto valore culturale e paesaggistico, diciamo che un po’ di studio in diritto amministrativo sulla divisione delle competenze non guasterebbe per i nostri candidati.

Nel merito, vi consiglio di leggere una riflessione di Ferdinando Alfieri, mio amico e laureando all’Orientale con una grande passione per la Politica e per la geopolitica dell’Europa centrale e della Federazione Russa. Ovviamente, per completare la sagra del sogno, perché a volte noi ercolanesi speriamo di essere protagonisti di un sogno/incubo, ci sono numerosi progetti sugli spazi degli amici a 4 zampe che, con il rispetto dovuto agli animali domestici, non sono chiaramente la priorità di una città che conta il 70 % di disoccupazione giovanile figlia di una percentuale imbarazzante di lavoro nero o meglio di lavoro alla giornata senza diritti con solo tanti doveri.


In questo marasma generale, sono molto contento di aver collaborato alla redazione del programma di governo per la città del Sindaco Ciro Buonajuto dove è spiegato che il Comune chiederà all’EAV di riqualificare la stazione, che si cercherà una soluzione per l’abbattimento delle barriere architettoniche, tema tanto caro al mio amico Stefano Buonincontro che supporterò al consiglio Comunale, e soprattutto si troverà una soluzione per far si che la città di Ercolano, gestisca o realizzi uno spazio in tensostruttura per gli sport indoor (Pallacanestro, Pallavolo, Calcio a 5, ecc. ecc.) che sia ad impatto zero per l’ambiente e per le nostre bellezze culturali con zero rischi sismici il tutto con una spesa che non aggravi ulteriormente le casse comunali.
Insomma, tra sogno e realtà la differenza è tanta, e spero che il libro dei sogni sia archiviato per fare di Ercolano un posto migliore, davvero migliore!

Tazzina di Caffè: in questo fine settimana ho avuto il piacere di sfogliare il libro “Una notte ho sognato New York” di un giovane campano che è molto famoso sui social network, si tratta di Piero Armenti, che è titolare di un’agenzia e di una famosa Pagina Facebook ” Il mio viaggio a New York”. Un bel libro che racconta non solo una bella storia, ma soprattutto fa percepire la grande fatica nella formazione che c’è dietro la comunicazione e il turismo dei nostri giorni. Mi piacerebbe tanto ospitare Piero ad Ercolano per una giornata di formazione con gli imprenditori e stakeholder’ locali per valorizzare la comunicazione turistica della nostra città.

Ps. Alcuni mi chiedono ancora il perché non sia candidato alle Comunali della mia città di Ercolano, la risposta è semplice: ho ancora bisogno di studiare e di formarmi per offrire alla città una proposta politica nuova. Per questo nelle prossime settimane spero che parta definitivamente il Forum della Città Metropolitana di Napoli perché quella sarà un’esperienza difficili, ma per questo bellissima condivisa con un gruppo di giovani splendido per le loro qualità politiche ed umane.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Praticante Avvocato. 26 Anni. Vivo ad Ercolano (NA). Mi interesso di Politica e amo la Pallacanestro. Sono Consigliere del Forum dei Giovani di Ercolano, Coordinatore del Comitato Territoriale di Italia Viva Ercolano e Capo Allenatore per la Prima Divisione dello S.C. Ercolano. Mi piace scrivere di politica, cultura, sport e sono un grande tifoso del Napoli.

Trending