Connect with us

Economia

Frode sì o frode no? Milton lascia Nikola

Trevor Milton si dimette dalla sua start up appena approdata a Wall Street a seguito delle accuse di fronde.

Published

on

«Nikola è davvero nel mio sangue e lo sarà sempre, ma l’attenzione dovrebbe essere concentrata sull’azienda e sulla sua missione di cambiare il mondo, non su di me. Pertanto ho preso la difficile decisione di rivolgermi al consiglio di amministrazione e di farmi da parte come presidente esecutivo. Fondare Nikola e trasformarla in un’azienda che cambierà i trasporti in meglio e aiuterà a proteggere il clima globale è stato un onore incredibile».

Trevor Milton, fondatore e presidente esecutivo di Nikola, ha cosi commentato e giustificato le proprie dimissioni dalla startup da poco approdata a Wall Street. Il consiglio di amministrazione ha deciso di sostituirlo con il consigliere Stephen Girsky, ex vice presidente della General Motors. Lo ha comunicato l’azienda di Phoenix confermando le indiscrezioni di diversi organi di stampa statunitensi, secondo i quali le dimissioni sono state decise da Milton per proteggere l’azienda e il suo programma di sviluppo e investimenti. Girsky, 58 anni ha contribuito a far uscire la casa automobilistica dalla bancarotta.

L’annuncio arriva dopo che un report pubblicato da Hindenburg Research, noto short seller, ha accusato Nikola di essere “una frode complessa costruita su decine di menzogne”. La società ha respinto le accuse dicendo che c’erano dozzine di accuse inesatte nel rapporto.

Milton ha definito il rapporto di Hindenburg un «lavoro di successo» in un tweet. Ha promesso in un successivo tweet di fornire una risposta dettagliata a ciò che ha detto essere “false affermazioni unilaterali”. Ha anche pubblicato alcuni video su Instagram, tra cui uno carico di imprecazioni, respingendo le accuse di Hindenburg.

Le accuse di Hindenburg non sono le prime però. Infatti già a giugno, Bloomberg aveva riferito che Milton aveva ingigantito le capacità di Nikola One il camion di debutto dell’azienda. Si tratta di un veicolo a celle a combustibile mai prodotto o introdotto sul mercato.

A tal proposito Nikola ha sottoscritto un accordo di co-sviluppo con l’azienda tedesca Robert Bosch dal 2017. Tale accordo prevede lo sviluppo di componenti chiave come celle a combustibile, motori e batterie. Il progetto è volto alla costruzione di un semirimorchio elettrico a batteria con Iveco di CNH Industrial NV in uno stabilimento di Ulm, in Germania, entro la fine del prossimo anno.

Per il 2023 è previsto un semirimorchio a celle a combustibile che sarà costruito nello stabilimento di Nikola a Coolidge, in Arizona. GM fornirà le celle a combustibile e le batterie. Nikola infatti è una startup volta alla produzione di camion elettrici e a idrogeno, che vede tra i suoi azionisti anche General Motors e CNH Industrial.

Nikola 3

Proprio pochi mesi fa proprio con GM, Milton, ha stretto una grande accordo di collaborazione che prevede l’impegno di GM, proprio all’inizio di questo mese, di prendere una quota di $ 2 miliardi in Nikola e produrre il suo nuovo pick-up. La casa automobilistica con sede a Detroit ha ottenuto una posizione azionaria dell’11% senza contanti nella sua partner più piccola nel tentativo di aumentare e accelerare i propri sforzi di elettrificazione dei veicoli.

Le azioni di Nikola sono aumentate vertiginosamente da quando la società è stata quotata in borsa il 4 giugno in una fusione inversa con la società VectoIQ. A un certo punto, sono salite così in alto che il valore di mercato della startup ha superato quello di Ford. Dopo il terzo giorno di negoziazioni, la quota di Milton ( che possiede il 35% della società), in base alle dichiarazioni normative valeva 9 miliardi di dollari. Il suo patrimonio netto è ora valutato 4 miliardi.

©RIPRODUZIONE RISERVATA

Nato a Melfi (PZ) il 18/09/1992 mi sono trasferito a 18 anni a Siena dove mi sono laureato in economia e commercio. Dopo aver ottenuto la triennale mi sono trasferito a Roma dove ho conseguito la laurea magistrale presso La Sapienza. Faccio supplenza in una scuola superiore e sono coordinatore politico. Hobby: calcio, basket e nuoto. Juventino doc.

Continue Reading
1 Comment

1 Comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Trending