Connect with us

Economia

Inizia una nuova era: iPhone 5G

Ieri Tim Cook ha presentato i nuovi modelli di iphone 12. Quali sono le caratteristiche più importanti? Quali i prezzi?

Published

on

“Oggi è l’inizio di una nuova era per l’iPhone”

Così ha esordito ieri l’amministratore delegato di Apple, Tim Cook alla presentazione del nuovo iPhone 12. Anzi dei nuovi iPhone 12, perchè iPhone 12 conta quattro modelli: oltre a quello standard ci sono i due smartphone più evoluti chiamati iPhone 12 Pro e iPhone 12 Pro Max e la novità iPhone 12 Mini, che va a occupare il gradino più basso in dimensioni e hardware. 

I nuovi iPhone si caratterizzano principalmente per essere dotati di connessione 5G, la vera rivoluzione portata dall’azienda di Cupertino dando cosi un forte messaggio a chi paventa dubbi sull’uso o meno della 5G.

Caratteristiche

Tutti e quattro i nuovi melafonini montano display oled super retina xdr, il processore Apple A14, ed un design con un profilo piatto con angoli più accentuati rispetto a quelli tondi delle ultime generazioni. Il risultato è uno spessore minore, tuttavia rimane il controverso notch che ospita fotocamere frontali e sensore TrueDepth per il riconoscimento tridimensionale del volto. La certificazione waterproof e dustproof è ip68 con immersione a 6 metri fino a 30 minuti.

Ma andiamo a vederli nel dettaglio:

iPhone 12

Il modello standard presenta la medesima soluzione estetica del Mini fatto salvo per una diagonale più abbondante: 6,1 pollici. Identici i due sensori sul retro così come i tagli da memoria da 64 a 256 gb. Per quanto riguarda i colori, iPhone 12 e iPhone 12 Mini saranno disponibili in nero, blu, verde, rosso e bianco.

Il frame è metallico e c’è la rumoreggiata nuova tecnologia Ceramic Shield per il vetro protettivo, quattro volte più resistente alle cadute. Per quanto riguarda il confronto con iPhone 11 risulta l’11% più sottile, il 15% più piccolo e il 16% più leggero, ma soprattutto conta sul doppio dei pixel per il display che sale a 2532 x 1170 pixel (2,8 milioni) e una densità di 460 ppi. Apple assicura sulle antenne per il 5G, per evitare problemi come quelli relativi a iPhone 4.

A livello software, Smart Data Mode è la funzione è che decide quando utilizzare il 5G: per esempio per WhatsApp non è così necessario, mentre lo diventa con il gioco. Il chip Apple A14 con processo produttivo a 5 nanometri e sei core conta su 11,8 miliardi di transistor, il motore neurale è dell’80% più veloce.

Le due fotocamere sono da 12 megapixel, una grandangolare f/1,6 con 7 elementi, lunghezza focale 26 mm e stabilizzazione ottica e un ultra-grandangolo con 5 elementi, f/2,4, angolo visivo 120 gradi e lunghezza focale 13 mm. Il night mode funziona ora anche nell’ultragrandangolare e con la selfie camera e si spinge in video con il timelapse.

iPhone 12 Pro


Il più piccolo dei modelli Pro offre la medesima diagonale del modello standard ossia 6,1 pollici, ma con una risoluzione di 2778×1284 pixel e un picco di luminosità da 1200 nits. I materiali diventano più pregiati con acciaio e vetro e viene introdotta la sfumatura blu chiamata “Ocean Blue”. Anche sulla coppia Pro si trovano il chip Apple A14 e la connessione 5G. Se lo scorso anno lo schermo Dolby Vision poteva essere utile per vedere i contenuti in streaming da Netflix o Apple TV, quest’anno diventa indispensabile: la serie “Pro” degli iPhone sarà la prima ad avere all’interno una pipeline di registrazione video Dolby Vision completa.

I video catturati dalle fotocamere verranno analizzati in tempo reale dal’Image Processor del SoC A14 e verrà fatto un grading automatico per portare le luci a 1000 nits, usando ovviamente tecniche di computer vision. La registrazione in 4K@60 Dolby Vision non solo sarà elaborata in real time durante la cattura, ma si potrà anche fare editing dal telefono: si potrà ritagliare una clip, modificarla e applicare filtri: ogni modifica porterà ad una correzione automatica dei valori di grading, adattando le luci al filtro applicato.

iPhone 12 Max

Esso presenta lo stesso hardware del modello Pro ma con una diagonale gigantesca da 6,7 pollici per il Pro Max che spinge lo zoom ottico fino a 5x. Le colorazioni dei modelli Pro sono blu, oro, grafite e argento.

Il corpo è sempre in acciaio, quattro finiture, ma Apple ha migliorato la resistenza alla penetrazione dell’acqua: sempre IP68, lo standard è quello, ma può stare per 30 minuti a 6 metri di profondità, sopportando una pressione sulle guarnizioni ben maggiore rispetto ai modelli attuali.

Più robusto anche il vetro, grazie ad un rivestimento particolare creato in collaborazione con Corning, l’azienda che produce i Gorilla Glass: secondo Apple la resistenza alle cadute è migliorata di quattro volte e ci troviamo davanti al vetro per smartphone più resistente in assoluto.

iPhone 12 Mini

La novità di Apple è il mini. Esso è un modello più compatto che va idealmente a recuperare il testimone dai modelli Se con una diagonale da 5,4 pollici. E’ presente il display oled, mentre sul retro trova spazio una doppia fotocamera grandangolare. La memoria parte da 64 arrivando fino a 256 gb. Tutto l’hardware è identico a iPhone 12.

HomePod e MagSafe

“Le nostre case sono diventate più essenziali nelle nostre vite quest’anno. Sono lieto di introdurvi l’ultimo nato nella famiglia degli HomePod di Apple, l’Homepod mini”

Così Cook ,dal suo palco virtuale, ha introdotto invece il mini smart speaker. 

L’HomePod mini ha il processore 5S usato per l’Apple Watch, ed è munito della funzione intercom. L’altoparlante è in tessuto e c’è una zona touchscreen superiore per i controlli tattili.

MagSafe invece è la tecnologia che abbina aggancio di accessori come custodie e caricatori ai dispositivi per una carica wireless sicura e ottimizzata.

Prezzi

Gli iPhone 12 e iPhone 12 mini partiranno da 64GB di memoria, poi 128GB e 256GB a partire, rispettivamente, da 939 e da 839 euro. iPhone 12 Pro e iPhone 12 Pro Max saranno disponibili con 128Gb, 256GB e 512GB di memoria a partire da 1189 e 1289 euro, rispettivamente. I preordini del 12 e del 12 Pro partono da venerdì 16 ottobre, con disponibilità da venerdì 23 ottobre, quelli del Mini e del Pro Max dal 6 novembre, con disponibilità dal 13 novembre.

Infine Il prezzo americano di HomePod è di 99 dollari con uscita il 16 novembre nei colori bianco e grigio ma non dovrebbe arrivare in Italia.

©RIPRODUZIONE RISERVATA

Nato a Melfi (PZ) il 18/09/1992 mi sono trasferito a 18 anni a Siena dove mi sono laureato in economia e commercio. Dopo aver ottenuto la triennale mi sono trasferito a Roma dove ho conseguito la laurea magistrale presso La Sapienza. Faccio supplenza in una scuola superiore e sono coordinatore politico. Hobby: calcio, basket e nuoto. Juventino doc.

Continue Reading
Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Trending