Connect with us

Economia

Elon Musk: uomo più ricco del mondo e uomo più critico di Facebook

Elon Musk con le sue creature, SpaceX e Tesla, è diventato l’uomo più ricco del mondo, ma a quanto ammonta il suo patrimonio in totale? E soprattutto cos’ha contro Facebook?

Published

on

Con un patrimonio di circa 195 miliardi di dollari Elon Musk è diventato l’uomo più ricco del mondo superando il collega e rivale miliardario Jeff Bezos. Il visionario ed eccentrico Ceo e fondatore di SpaceX e Tesla mette la freccia e sorpassa così il boss di Amazon nel Bloomberg billionaires index, la lista dei miliardari di tutto il mondo le cui ricchezze vengono aggiornate in tempo reale secondo le quotazioni in borsa.

Termina così il primato di Bezos, che occupava il gradino più alto del podio dall’ottobre 2017 e che grazie alla pandemia aveva incrementato il proprio patrimonio passando da 73 miliardi a più di 186. Elon Musk si mette alle spalle anche il fondatore di Microsoft Bill Gates, superato a novembre scorso. 

“Che strano – ha commentato alla notizia – ora torniamo al lavoro”.

Tesla passa Facebook

Il primato di Elon Musk è stato possibile grazie all’incremento del 6% del titolo Tesla a Wall Street, che gli ha consentito di sorpassare di una decina di miliardi il rivale Bezos. La capitalizzazione di Tesla ha raggiunto i 766 miliardi di dollari e vale ora più di Facebook. Ma ha superato anche altre aziende come Toyota, Volkswagen, Hyundai, Gm e Ford messe insieme. Tutto questo nonostante Tesla abbia prodotto solo mezzo milione di auto elettriche rispetto ai centinaia di milioni di vetture prodotte dalle fabbriche Ford e General Motors.

Un patrimonio in ascesa ininterrotta e che ora sembra essere destinato ad aumentare ulteriormente, questo grazie alle «simpatie green» del neoeletto presidente Usa Joe Biden. Più politiche verdi significa più auto elettriche, settore di cui Tesla è leader.

L’attacco al Congresso e le colpe di Facebook

Poco dopo aver superato, con Tesla, la capitalizzazione di Facebook Musk torna all’attacco della piattaforma web e scarica molte delle colpe sull’attacco al Congresso proprie alle libertà che la suddetta piattaforma ha lasciato a Trump in questi mesi:

“L’attacco al Campidoglio è il risultato di un effetto domino nato dalla creazione di Facebook

Il Congresso si è riunito mercoledì per ratificare il risultato delle elezioni presidenziali statunitensi. Spinti dalla violenta retorica del presidente Donald Trump e dalle accuse di frode elettorale, i rivoltosi hanno preso d’assalto il Campidoglio. Quattro persone sono morte: una è stata sparata dalla polizia, tre a causa di emergenze mediche.

Più tardi quella notte, Musk ha condiviso un meme che collega le rivolte a Facebook. L’immagine mostrava tasselli allineati come tessere del domino. La tessera più piccola, il domino che fa cadere le altre, riportava la scritta “un sito web per dare i voti alle ragazze del campus”, in riferimento alla creazione di Facebook da parte degli studenti dell’Università di Harvard.

Sul tassello più grande c’era un messaggio di Mark Leibovich, corrispondente nazionale per il New York Times Magazine, che diceva: “Il Campidoglio sembra essere sotto il controllo di un uomo con un cappello da vichingo“. Il commento di Leibovich si riferiva a Jake Angeli, un noto influencer di QAnon soprannominato “Q Shaman”, la cui foto è stata ampiamente condivisa mercoledì mentre attaccava il Campidoglio con un elmo di pelliccia e corna simile a quello di un vichingo.

Musk è stato apertamente critico nei confronti di Facebook per anni. A febbraio, ha esortato le persone a cancellare i propri account Facebook, definendo la piattaforma “patetica”, e a maggio ha twittato “Facebook fa schifo” durante uno scontro con il capo dell’intelligenza artificiale del gigante dei social media.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Nato a Melfi (PZ) il 18/09/1992 mi sono trasferito a 18 anni a Siena dove mi sono laureato in economia e commercio. Dopo aver ottenuto la triennale mi sono trasferito a Roma dove ho conseguito la laurea magistrale presso La Sapienza. Faccio supplenza in una scuola superiore e sono coordinatore politico. Hobby: calcio, basket e nuoto. Juventino doc.

Trending