Connect with us

Week News

Sveglia, Italia ! – Week News 055

Sveglia Italia! Noi giovani non possiamo più vedere l’immobilismo del governo e il continuo rimandare la costruzione del nostro futuro.

Published

on

Buon lunedì amiche ed amici, 

Sveglia, Italia! Non è solo un monito per il nostro Paese, è molto di più, l’ultima chance per mettere in piedi un progetto che sia un vero rilancio per il Bel Paese. L’ultima possibilità per la nostra generazione, colpita dalla pandemia moralmente ed economicamente. Vi segnalo un articolo interessante in merito (clicca qui per leggere). 

Ricapitolando…

Andiamo in ordine:

  • da Marzo 2020 il nostro Paese è in piena pandemia da COVID-19.
  • da Maggio 2020 il MES cambia volto e le condizionalità da sempre temute sono tolte se i soldi presi in prestito vengono utilizzati per la sanità;
  • da Luglio 2020 il nostro paese ha la certezza di avere più di 200 miliardi da spendere per rilanciare l’economia. (Programma Next Generation EU – Recovery Found);
  • da Novembre 2020  si iniziano a rincorrere le voci di un rimpasto/rilancio/svolta per il governo che è chiamato a decidere su come spendere i soldi del Recovery Found;
  • da Dicembre 2020 lettere e vertici per il Premier Conte, il 7 Dicembre in piena notte arriva una bozza del Recovery Plan che nessuno sa da chi è stata scritta. Alcuni ministri dicono di non averla letta. La bozza viene ricambiata, ma non stravolta; 

Gennaio 2021 continua il perdurare delle polemiche sulla bozza del Recovery Plan. L’oggetto del contendere è non solo il MES Sanitario, ma un’ampia revisione di come i soldi dovranno essere investiti e far scattare in contemporanea un percorso di riforme, specie su PA e Giustizia. Italia Viva esce dal governo con le dimissioni delle sue ministre Bellanova-Bonetti e del sottosegretario Scalfarotto

Complotto?

Nota casuale ma non troppo:
Qualche giorno prima delle dimissioni dei ministri del partito di Matteo Renzi ricompare “per magia” un vecchio video dove si evincono le lacune dell’inglese del senatore fiorentino. (Il video diventa virale e utilizzato come base di meme e anche delle pubblicità di alcune importanti aziende).
 Ovviamente, dal pomeriggio delle dimissioni inizia un cd. “shitstorm” su Italia Viva e su chiunque inizi a parlare del merito della questione cioè dell’immobilismo del Governo Conte.  

Il culmine di questo lavoro sui social media avviene dalla pagina Facebook del Presidente Conte con una stories in cui invita a iscriversi in un gruppo a favore del premier e contro Matteo Renzi

Se non cosa, perché chi?

Ora, riportato il dettaglio di cosa è accaduto, domandiamoci una cosa.  Ma a noi cittadini, cosa interessa? A noi giovani cittadini interessa trovare chi ha formalmente iniziato la crisi di governo oppure interessa vedere spesi bene i nostri soldi ? 

Ricordate quel video delle monetine fuori l’Hotel Raphael contro Bettino Craxi ? Ecco un governo che resta immobile dal mese di Luglio al mese di Gennaio e che non sa come spendere i soldi in investimenti sta gettando i soldi nello stesso modo violento contro noi giovani. 

Poco importa chi chieda di fare chiarezza, importante oggi è cosa si chiede. 

Sforziamoci tutti, nei nostri movimenti e partiti, a chiedere che si parli di qualcosa, e non di qualcuno, perché quel qualcosa sono un debito di 222 miliardi di euro che pagheremo noi giovani italiani.  Per questa volta che tu sia di destra, sinistra o centro e qualsiasi persona tu abbia votato alle scorse elezioni dovrai pretendere solo che i tuoi (nostri) soldi siano spesi per avere trasporti, scuole, ospedali degni di un paese europeo, da Nord a Sud, e nuovi posti di lavoro. 

In Campania…

In Campania, come ad Ercolano o in tutta Italia, siamo in attesa di questo, perché ciò che tra oggi e domani sarà deciso alla Camera o al Senato potrebbe essere fondamentale per i prossimi 20 anni. Dopo anni di spese bloccate per Regione e Comune potremmo finalmente iniziare a fare le file fuori alle aziende per le assunzioni, e non fuori la Posta per il reddito di cittadinanza. 

Chiedere che l’Italia diventi un Paese meritocratico non basta se poi “nel merito” di documenti e programmi della Politica non si entra mai, ma si clicca solo su “Condividi” ad un post dove si prende in giro un politico.  Possiamo farlo? Secondo me, sì! Basta svegliarci dal pensare che sia un litigio stile Grande Fratello e pensare che sia uno scontro ideologico e pratico su chi vuole un’Italia della crescita e un’Italia della decrescita (in)felice. 

E tu, sì, proprio tu che leggi, e che oggi, forse per la prima volta, sei arrivato fino a qui: cosa scegli?  

Tazzina di Caffè: per il 2021 si parte con una serie Netflix, “Lupin”, molto bella, ambientata nella Francia contemporanea.  Lupin, non quello giapponese della sigla famosa dei canali Mediaset, ma una serie TV ispirata ai romanzi di Maurice Leblanc. 

Ps. Pfizer indica la possibilità di ritardi e riduzione nella fornitura dei vaccini anche per l’Italia. Non è che forse lasciare tutte le decisioni sull’emergenza ad Arcuri sia stato un errore grave?  Lo scopriremo solo vivendo, ma temo che qualcosa già sia sotto la luce del sole. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

P.Avvocato lavoro presso Eni Gas e Luce s.p.a. 27 Anni. Vivo ad Ercolano (NA). - Sono Consigliere del Forum dei Giovani di Ercolano con delega al Forum della Città Metropolitana di Napoli. - Coordinatore del Comitato Territoriale di Italia Viva Ercolano. - Capo Allenatore per la Prima Divisione dello S.C. Ercolano. Mi piace scrivere di politica, cultura, sport e sono un grande tifoso del Napoli.

Trending