Connect with us

Economia

GameStop: tra short squeeze e hedge fund

Tutti la scorsa settimana hanno parlato del caso GameStop. Ma esattamente cos’è successo? Cerchiamo di fare un passo indietro e di fare un po’ di chiarezza…

Published

on

Conosciutissima dagli appassionati di videogames, l’azienda rivenditrice di videogiochi nuovi e usati GameStop, ha fatto impazzire Wall Street, ma vediamo cosa è accaduto. GameStop è una società che da anni si trascina verso il declino. Infatti, sta progressivamente chiudendo i suoi negozi, arrivando addirittura alla chiusura di 450 punti vendita. Per comprendere cosa è accaduto in questi giorni con la famosissima catena di videogames, dobbiamo prima spiegare cosa sono i fondi hedge e capire la loro importanza.

Cosa sono gli hedge fund?

In finanza, gli “hedge fund” o “fondi speculativi” sono un fondi comuni di investimento privato. Questi fondi gestiscono il denaro che gli viene affidato dagli investitori con obiettivi ben definiti. Dobbiamo però dire che i fondi hedge non sono mai stati visti di buon occhio dal mondo della finanza per diverse causa, tra queste la strategia di acquistare titoli azionari ritenuti sottovalutati (o comunque destinati ad apprezzarsi) e venderli allo scoperto, questo fenomeno in finanza si chiama “short selling”, ma torniamo a GameStop.

Ad aprile 2020 il titolo GameStop GME valeva 3 dollari, a settembre Ryan Cohen, ex CEO della società di e-commerce Chewy, acquista il 13% della società e sostiene di volerla rilanciare, il titolo cresce e a dicembre vale 12 dollari. Entrano ora in scena i famosi hedge fund, che con la strategia finanziaria di short selling (vendono azioni che ancora non hanno posseduto, guadagnando sul crollo del titolo) hanno iniziato a speculare su GameStop. Per semplificare, il guadagno dei fondi hedge era dovuto alla differenza tra il prezzo delle azioni vendute allo scoperto e il prezzo effettivo. Quando il titolo sarebbe crollato, i ricchi fondi di investimento avrebbero iniziato a guadagnare notevolmente.

Cos’è successo?

A gennaio 2021 però, tantissimi investitori amatoriali, quindi piccoli risparmiatori, si sono organizzati su piattaforme come Discord o Reddit, dove hanno iniziato a vendere le azioni di GameStop facilmente senza pagare commissioni, così facendo hanno creato diversi blocchi delle contrattazioni agli short seller a causa delle fluttuazioni troppo accentuate.

Man mano che il valore del titolo aumentava, si è verificato lo short squeeze sperato dagli utenti Reddit, con gli short seller che, spaventati, hanno cominciato a comprare azioni di GameStop per limitare le perdite. Gli short seller hanno perso moltissimi soldi. Secondo S3Partners, una società di analisi finanziaria, venerdì le perdite per le vendite allo scoperto del titolo di GameStop erano arrivate a 3,3 miliardi di dollari.

Il Titolo GameStop grazie ai piccoli risparmiatori che hanno comprato piuttosto che giocare al ribasso come gli hedge found, il titolo è cresciuto notevolmente. Dal punto di vista finanziario questa è una vera e propria battaglia tra gli investitori amatoriali e gli hedge found speculatvi che ha fatto schizzare i volumi di scambio a Wall Street al livello più alto dal 2008. In questo periodo storico trader non professionisti stanno acquistando importanza sui mercati.

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Sono nata a Brescia il 1 gennaio 1998 e studio Economia Aziendale presso l’Università degli Studi di Bergamo. Ho una una forte passione per la politica e l’attualità la quale mi ha permesso di partecipare alla conduzione di una trasmissione radio e di creare il podcast “Pensa Liberamente” assieme allo staff della Politica del Popolo (insomma, avrete capito che parlo molto). Una delle mie sfide più importanti è quella di stimolare i giovani a ragionare e non permettere a nessuno di farlo per loro.

Continue Reading
Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Trending