Connect with us

Politica

Alla Lega va lo sviluppo economico, la disabilità e il turismo: ecco chi sono i tre ministri

Domani la Lega insieme alle altre forze politiche, esclusa Fratelli d’Italia, voterà la fiducia al nascente governo dove partecipa con ben tre ministri. Vediamo chi sono…

Published

on

La giornata di oggi è stata segnata dalla polemica nata dalla richiesta di un nuovo lockdown appoggiata da molti virologi. Su di questo Matteo Salvini ha detto: “Basta allarmismi da scienziati. Ho fiducia nei ministri nominati dal Presidente Draghi . L’importante, in alcuni casi, è cambiare la squadra dei tecnici perché di allarmi a rete unificate e di sciagure dalla mattina alla sera gli italiani ne hanno sentiti fin troppi“. Proprio lui domani insieme alle altre forze politiche esclusa Fratelli d’Italia, voterà la fiducia al nascente governo dove vi sono ben tre suoi ministri. Vediamo chi sono:

Giancarlo Giorgetti, Ministro dello Sviluppo Economico e numero due della Lega


Nasce nel 1966, è figlio un pescatore di professione e di un’operaia nella Tessitura, settore molto sviluppato nelle sue zone. Economista laureato alla Bocconi in Economia Aziendale, la sua vita politica è molto vasta. L’attuale Ministro è stato a lungo sindaco di Cazzago Brabbia, suo paese natale che si trova sulle rive del Lago di Varese, inoltre Giorgetti dal 2001 al 2006 è stato Capogruppo della Lega a Montecitorio.

Appassionato di economia e abilissimo nel ricoprire il proprio ruolo, è stato relatore della manovra economica del 2011 e nel 2013 il Presidente della Repubblica Napolitano lo invita a far parte del “Gruppo dei saggi” dove si occupa di legge in campo economico e sociale. Fondamentale il suo ruolo nel primo Governo Conte dove Giorgetti ha ricoperto la carica di Segretario del Consiglio dei Ministri.
Giorgetti ha sempre avuto un buon rapporto con l’ex presidente della Banca Centrale Europea e ha definito Mario Draghi un “fuoriclasse come Ronaldo”.

Erika Stefani, Ministra alle disabilità


Anche lei come Giancarlo Giorgetti è stata ministra nel Primo Governo Conte dove si occupava di affari regionali e autonomie e ora torna al Governo in veste di Ministra alle disabilità. Avvocata vicentina del 1971, la Stefani inizia la carriera politica nel 1999 quando diventa consigliera del Comune di Trissino (Vicenza) dove successivamente è diventata vicesindaco e assessore all’Urbanistica.

Nel 2013 viene eletta senatrice con la Lega: Leghista di ferro, la Stefani ha fatto parte della commissione parlamentare di inchiesta sul femminicidio ed è stata membro della commissione di inchiesta sul rapimento di Aldo Moro. Erika Stefani ha dichiarato di essere molto interessata alla questione disabilità, soprattutto alle famiglie con membri disabili che hanno dovuto affrontare tutte le difficoltà causate dal covid.

Massimo Garavaglia, Ministro del Turismo


Massimo Garavaglia, detto “Sgara” per gli amici, è un leghista della prima ora. Nasce a Cuggiono (Milano) nel 1968 ed è stato per due mandati sindaco del suo comune di residenza, Marcallo con Casone (Milano) e appartiene all’ala moderata leghista. Raggiunge nel 2006 il record di senatore più giovane della Repubblica ed è stato per diverso tempo capogruppo della Lega Nord in commissione bilancio.

È laureato alla Bocconi in economia e alla Statale di Milano in Scienze Politiche, è consulente aziendale specializzato in controllo di gestione, qualità e sistemi informativi. Nel 2013 è stato membro del consiglio di amministrazione della Cassa Depositi e prestiti in rappresentanza del settore delle regioni. Garavaglia si è già occupato di turismo infatti, in seguito alle Elezioni Regionali del 2013 viene nominato Assessore all’Economia, Crescita e Semplificazione di Regione Lombardia e si dimette dalla carica di Senatore.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Sono nata a Brescia il 1 gennaio 1998 e studio Economia Aziendale presso l’Università degli Studi di Bergamo. Ho una una forte passione per la politica e l’attualità la quale mi ha permesso di partecipare alla conduzione di una trasmissione radio e di creare il podcast “Pensa Liberamente” assieme allo staff della Politica del Popolo (insomma, avrete capito che parlo molto). Una delle mie sfide più importanti è quella di stimolare i giovani a ragionare e non permettere a nessuno di farlo per loro.

Trending