Connect with us

Week News

Ricomincio da tre – Week News 058

Ricominciare da tre cose: genialità, natura e storia. Il rush finale contro il Covid19 è iniziato ma non sappiamo come si concluderà.

Published

on

Buon giovedì end amici,

Ricomincio da tre, perché in fondo tre cose ci sono riuscite bene come italiani, e perché le dobbiamo buttare al vento? Siamo un paese con delle genialità, siamo un paese con tesori naturalistici e siamo un paese ricco di storia e di parchi archeologici stupendi. Citare Massimo Troisi è sempre impegnativo, specialmente per un napoletano, specialmente per noi che ogni giorno vogliamo ricominciare la nostra battaglia.

Il nostro cammino per lasciare il nostro posto migliore di come l’abbiamo trovato. Lottare contro l’immobilismo, è un dovere! Un atto necessario per una rivoluzione gentile del nostro vivere quotidiano. Non basta parlare, non bastano le infinite call, bisogna fare e realizzare altrimenti la Politica non ha più ragione d’essere.

Proprio per questo dobbiamo ripensare completamente alla partecipazione come un mezzo per realizzare qualcosa per la nostra comunità, proprio per questo trovo inconcepibile come le istituzioni territoriali come la chiesa, le associazioni e anche figure politiche territoriali con un conclamato bacino elettorale non riescano a sedersi ad un tavolo per migliorare le nostre realtà.

L’esempio del presidente Mattarella e qualche cambiamento

Sul campo nazionale, c’è voluto soltanto il Presidente Mattarella, uno degli ultimi cresciuto in una scuola politica degna di nota, che decidendo di mettere in campo una personalità come Mario Draghi ha fermato la spasmodica ricerca del consenso e delle dirette social e TV da parte dei movimenti e partiti politici del nostro parlamento. Bellissima la foto che è stata postata sui social di Mattarella che attende il vaccino, lo stile e la compostezza dell’Istituzione fatta persona.

Ad oggi, il nuovo D.P.C.M., io speravo fosse un Decreto Legge (D.L.) non cambia molto la modalità con la quale l’Italia affronta la pandemia, ma comunque qualche cambiamento radicale c’è. Si parte dalle persone: fuori Arcuri e Borelli e dentro il Generale Figliuolo e Curcio insomma quella svolta di organizzazione logistica e militare che veniva richiesta da Matteo Renzi, in un’intervista del 22 Novembre 2020, è arrivata.

L’Italia non può affrontare l’immensa sfida della campagna vaccinale con un’organizzazione civile, ci vuole l’efficienza militare. Allo stato attuale, infatti, oltre i ritardi delle tre principali aziende fornitrici (Pfizer, Moderna e AstraZeneca) c’è anche un altro dato che fa rabbia: oltre un milione di vaccini resta inutilizzato!

Si inizia a intravedere un cambio di passo, questo governo, non è il governo dei migliori ma è il governo giusto per governare uno dei momenti più bui della storia repubblicana.

Non ci sono consulenze che tengano, per me sempre evitabili per non mortificare la pubblica amministrazioni e le sue professionalità, ma soprattutto non ci sono motivi per i quali ad oggi dobbiamo pensare che il lavoro sia contro gli interessi del nostro paese.

Le novità sul quadro politico italiano e sulla giustizia

Notevole interesse, invece, è da dettarsi nel quadro politico:
– Abbiamo un centro destra a trazione leghista che sta rimpiazzando il berlusconismo con una nuova matrice europeista.
– Abbiamo la Meloni isolata sul piano governativo, ma ben ancorata nel centrodestra e brava nel suo attrarre i giovani scontenti in questo momento pandemico.
– Abbiamo un’ala di sinistra massimalista e populista tra PD, 5S e LEU.
– Abbiamo un centro e un centro sinistra che è composto tre partiti liberali, europeisti e vicini al liberalismo sociale (Italia Viva, Azione e + Europa).

Davanti, al quadro pandemico e alla possibilità della svolta quando la campagna vaccinale avrà avuto un accelerazione anche in Italia, la vera scommessa ora è sulla Politica.
Sulla Giustizia, invece, due novità:

  • la prima è il nuovo esame di stato per l’abilitazione come Avvocato, speriamo sia utile per un esame più meritocratico.
  • la seconda è l’assoluzione, post morte, di Diego Armando Maradona.
    Per chi vuole cancellare la prescrizione, un monito a rendere prima più funzionali tribunali e uffici con nuove assunzioni e più digitalizzazione e poi si può parlare di riforma della Giustizia.

Prima di passare ad alcune considerazioni sulla Campania, Napoli ed Ercolano mi permetto di utilizzare questo piccolo spazio per esprimere la mia solidarietà a Maria Elena Boschi che ha denunciato uno stalker che da mesi la infastidiva, la violenza non è solo fisica verso le donne(e uomini), ma soprattutto verbale. Un esempio da seguire per tante donne (e uomini) quello di Maria Elena Boschi.

Denunciate, denunciate sempre lo Stato e la Legge vi tutelano!

In Campania…

Nel frattempo, la regione Campania si stringe attorno a misure sempre più restrittive che sono state emanate dal Presidente De Luca. Si chiudono i mercati, i parchi, i moli e ogni luogo di ritrovo. Abbiamo tutti la sensazione che stia arrivando la peggiore delle ondate mai vissute, i 3 mila e passa contagi di ieri ci dicono questo.

Intanto, la campagna di vaccinazione prosegue, la Campania sta volando nonostante le difficoltà e la sperequazione delle dosi di vaccine che ci vengono fornite rispetto a regioni meno popolose, ma più ricche e produttive in termini di PIL.

A Napoli, la situazione è governata negli ospedali dall’eroismo dei medici e per strada dalle forze dell’ordine che nonostante la poca collaborazione delle istituzioni comunali stanno dando il massimo per evitare gli assembramenti.

Il vero paradosso però è vedere per strada, ancora oggi, tanti anziani e soprattutto, tantissimi adolescenti, in barba al fatto che le scuole sono chiuse. Mi domando: i genitori dove sono?

Proprio per colmare questo divario educativo e formativo aggravato dalla pandemia, e per affrontare le sfide del futuro insieme ad altre ragazze e ragazzi di tutta la città metropolitana di Napoli stiamo lottando per fare svolgere, telematicamente, le elezioni del forum dei giovani metropolitano. Finalmente, potremmo avere anche noi un organo che può proporre ed essere consultato dalla Politica sui temi fondamentali per noi giovani iniziando dal Recovery Plan e la bellissima sfida di Procida 2022 – Capitale della Cultura Italiana.

Ad Ercolano, la zona rossa è stata rafforzata dall’ordinanza del Sindaco Buonajuto che ha interdetto anche i parchi pubblici, le zone più affollate nei week end come lo splendido molo borbonico della Favorita e ha chiesto al prefetto maggiore attenzione nei controlli.

L’importanza di continuare a resistere

La linea da adottare è semplice, ma allo stesso tempo complicata. Bisogna resistere, bisogna rispettare le regole senza nemmeno pretendere che ci siano controlli a tappeto e bisogna sperare che il nuovo piano vaccinale del Governo Draghi seguito dall’approvazione di nuovi vaccini ( J&J e Sputnik V) dia una decisiva accelerata.

Io sono pronto da giovane del Sud a fare quest’altro ennesimo sacrificio, ma che sia l’ultimo per la mia generazione.

Siamo pronti a prenderci il futuro! Iniziamo di nostri lavori fino alla Politica, che è passione prima di diventare per alcuni un servizio per la propria città, per l’Italia e per l’Unione Europea. In questo momento storico, invito tutti i miei coetanei a iscriversi ad un partito o movimento che li faccia avvicinare alla Politica. Uno non vale uno, lo stiamo comprendendo con questa maledetta pandemia, e i più generosi e i migliori devono dare il loro contributo.

Tazzina di caffè: consiglio la visione di L’Ultimo Paradiso, un film che parla dei braccianti negli anni 50′, con un bravissimo Riccardo Scamarcio ad interpretare un personaggio molto controverso ma che fa riflettere. Lo trovate su Netflix.

Ps. Vi lascio qui il link per il post che ho fatto per chiedere al Sindaco De Magistris di convocare i delegati del Forum della Città Metropolitana di Napoli con un’intervista che ho rilasciato al quotidiano Metropolis. Bellissimo che in 24 ore da una richiesta di una generazione di un territorio, ci siano subito dei risultati. Avremmo preferito non parlare con nessun giornalista e non uscire sul giornale, ma avere tutti prima un risultato così.

© RIPRODUZIONE RISERVATA


P.Avvocato lavoro presso Eni Gas e Luce s.p.a. 27 Anni. Vivo ad Ercolano (NA). - Sono Consigliere del Forum dei Giovani di Ercolano con delega al Forum della Città Metropolitana di Napoli. - Coordinatore del Comitato Territoriale di Italia Viva Ercolano. - Capo Allenatore per la Prima Divisione dello S.C. Ercolano. Mi piace scrivere di politica, cultura, sport e sono un grande tifoso del Napoli.

Trending